Muay Thai

Con 2000 anni di storia e tradizioni, la lotta Thailandese è una vera e propria arte marziale. È conosciuta come boxe thailandese o Thai Boxe e prevede colpi di pugno, gomito, ginocchia, lotta  e proiezioni.

MuayThai3La Muay Thai nasce dall’esigenza degli antichi popoli del Siam di difendersi sia a mani nude che con armi.

Usata in guerra prevedeva anche l’utilizzo di Spade, sciabole, coltelli, bastoni ecc, oltre all’utilizzo di tecniche mortali che hanno fatto si che i guerrieri Thai fossero considerati invincibili.

La Muay thai ha da sempre conservato nel corso degli anni uno stile ed un approccio al combattimento unico e immutato, resa micidiale nelle battaglie e nei combattimenti tra i campioni dei tempi antichi, resta autenticamente efficace ancora oggi.

Dal 1700 il termine Muay Thai indica solo la parte di tecniche di lotta senza armi, quella con le armi va sotto il nome di Krabi Krabon. La Muay Thai non è solo un’arte marziale efficace per l’autodifesa, ma è anche una tra le discipline più popolari sul ring. La Muay Thai viene praticata sia a livello dilettantistico che professionistico, ma sempre a contatto pieno. In allenamento si utilizzando protezioni come guanti da boxe, paratibie, paragomiti, ecc.

Un allievo che si approccia al Muay thai per la prima volta trova grande differenza tra questa arte e tutti gli altri sport da combattimento occidentali. Gli spostamenti, il movimento di basculamento e di molleggio di braccia e gambe, un atteggiamento mentale rilassato e calmo sono alcune delle caratteristiche che differenziano la Boxe Thai rispetto a sport come il Pugilato, la Kick boxing, e altre discipline similari dove gli spostamenti e l’atteggiamento degli atleti è più nervoso e frenetico.

Un atleta che pratica la Muay thai sa difendersi in ogni situazione e quando attacca sa essere efficace e risolutivo.

Tutti possono allenarsi e studiare la Muay thai, ognuno con i propri tempi e con le proprie capacità otterrà grandi benefici e soddisfazioni. Impegno, costanza, dedizione renderanno il praticante sano, forte, robusto, agile e capace di resistere ai colpi. L’allenamento di questa disciplina è molto ginnico, prevede sempre una fase di potenziamento a corpo libero e con i pesi, una fase di allenamento cardiovascolare, stretching, del lavoro tecnico a coppie, sessioni ai colpitori, ai sacchi pesanti ed infine il famoso “Klinch” ovvero la Lotta della Muay Thai.

mau kick

 

Il Maestro Mauro Orazio, caposcuola della New Dragon Academy, è andato in Thailandia dal 2006 al 2012 per imparare la Muay Thai, vivendo ed allenandosi nei campi e nelle palestre fianco a fianco con i grandi e piccoli campioni che praticano quest’arte a livello professionistico sin da tenera età.

Il programma tecnico si sviluppa su 9 livelli che l’allievo dovrà superare per avanzare di grado ottenendo di volta in volta un bracciale di differenti colori che rappresenta il grado raggiunto e  l’appartenenza ad una scuola.